Sul set cinematografico naturale più famoso d'Italia successo ed interesse per il debutto alle Eolie del Format Vulcania

Vulcania-Lipari: buona la prima

E la prossima tappa sarà sull'Etna

Quattro giorni intensi di conferenze, presentazioni, mostre, degustazioni e visite guidate, hanno salutato la prima edizione di Vulcania Lipari (28-31 luglio 2013), il forum internazionale dei vini bianchi proposto dal Consorzio del Soave che oggi vede coinvolti in un network itinerante consorzi e comuni di tutta Italia.
Proprio l’edizione Eoliana in contesti scenografici di grande suggestione ha proiettato in una nuova dimensione questo originale progetto coinvolgendo tutte le espressioni della comunicazione.
Organizzata da Elvira Randazzo con la supervisione artistica del fotografo Charley Fazio ed il  supporto strategico di Christian del Bono, presidente Federalberghi Lipari, questa prima edizione e’ stata salutata dal sindaco di Lipari Marco Giorgianni come una importante occasione per completare la già ricca offerta artistica e culturale proposta nella stagione estiva sulle isole Eolie.
Il successo di Vulcania Lipari – ha sottolineato Aldo Lorenzoni, direttore del Consorzio – è l’ennesima conferma della bontà di questo contenitore culturale che in ogni occasione sa generare nuovi spunti di discussione e punti d’analisi inediti. Non è un caso che proprio sul progetto Vulcania abbiamo realizzato una positiva collaborazione con Vinitaly International per quanto riguarda gli Stati Uniti e con la testata Decanter per quanto ha riguardato invece il mercato britannico. Le tappe italiane oltre a Soave e Verona  hanno visto il debutto di Pitigliano e Venosa nel Vulture. Oggi Lipari si propone come una nova tappa in un percorso che continuerà a fine agosto con l’oramai consolidato appuntamento di Vulcania Etna a Milo”.
Dal punto di vista prettamente enologico sommelier, operatori ed appassionati hanno potuto scoprire il carattere di oltre 100 vini vulcanici, proposti da 60 aziende. Soave, Lessini Durello, Gambellara, Colli Euganei, Frascati, Campi Flegrei, Ischia ed Etna le DOC più rappresentate, cui si sono affiancate alcune delle più prestigiose aziende delle Eolie: Tenuta di Castellaro da Lipari, Tasca d’Almerita da Salina e Lantieri con la malvasia di Vulcano.
Un confronto di vitigni e di stili produttivi a cui ha fatto da sfondo un paesaggio davvero suggestivo, reso ancora più celebre da Anna Magnani ed Ingrid Bergmann, magnifiche interpreti di alcune pellicole girate sull’isola.
Vulcania tornerà per l’ultimo appuntamento dell’estate in occasione di ViniMilo, nel Catanese, il 26 e il 27 agosto 2013 con Vulcania-Etna, una due giorni ricca di curiosità e di proposte, alle pendici del vulcano per antonomasia.