Riconoscimento prestigioso alla campagna ideata da Amorim Cork Italia quattro anni fa

Vi raccontiamo Etico, storia virtuosa

A ricevere il premio l’a.d. Amorim Cork Italia, Carlos Santos
Marco Gasperoni e Carlos Santos.
Marco Gasperoni e Carlos Santos.

Menzione speciale per Etico, in qualità di storia virtuosa, è il riconoscimento ricevuto da Amorim Cork Italia all’Hotel Quirinale di Roma, nel corso della cerimonia di premiazione dei Comuni Ricicloni 2015, la classifica stilata annualmente da Legambiente che premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini dai migliori risultati nella raccolta e gestione dei rifiuti.
Il contenimento della produzione dei rifiuti e la loro valorizzazione è quanto Etico persegue da sempre, con lo scopo di intercettare una parte degli 800 milioni di tappi che ogni anno in Italia vengono gettati nella spazzatura per recuperare la loro preziosissima materia prima, il sughero, riciclabile al 100%. Coinvolgendo enti, istituzioni ed associazioni su tutto il territorio italiano, Etico ha già raccolto e avviato al riciclo ben 220.000.000 di tappi usati, il cui ricavato è stato destinato alle onlus impegnate in prima linea nella raccolta e la cui destinazione d’uso rivive nella bioedilizia.
A ricevere il premio l’a.d. Amorim Cork Italia, Carlos Santos, che dichiara: “Per noi questo premio rappresenta non solo un riconoscimento molto importante, ma la materializzazione della frase di Fernando Pessoa “L’uomo sogna e l’opera nasce”. Abbiamo faticato molto e investito importanti risorse umane e economiche per creare questo progetto al quale abbiamo creduto fin dall’inizio. Oggi la realtà della raccolta del tappo usato comincia ad attirare molta attenzione da parte di tanti comuni ed enti locali che vogliono aderire. Siamo solo all’inizio di un percorso virtuoso che dovrà coinvolgere tutto il paese. Il prossimo obiettivo? Creare un prodotto marchiato Progetto Etico e di questo vi parleremo a breve…“.
La XXII edizione del concorso nazionale ha visto sul podio il Comune di Ponte nelle Alpi (BL), il Comune del Borso del Grappa (TV) e il Comune di Cesiomaggiore (BL). E’ stata un’occasione unica per conoscere i migliori sistemi di gestione dei rifiuti comunali, ma anche per dare lustro alle realtà che contribuiscono concretamente alla sensibilizzazione e a ottenere risultati di valore su più fronti. Proprio in occasione di questa edizione del Concorso, Legambiente ha presentato la piattaforma politica per salvare l’Italia dall’emergenza rifiuti con 10 proposte concrete, espresse nel Manifesto per un’Italia Rifiuti Free, con cui accompagnare l’Italia verso la sostenibilità, dimostrando così allo stesso tempo la piena affinità con il progetto Etico, storia virtuosa, che attualmente copre le regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Toscana, Umbria, Puglia, Campania, Calabria e Sicilia ed è in costante espansione.