Concorso artistico "La Scuola nel Vigneto 2012"

Valpolicella: la creatività degli studenti a servizio del sociale

Cantina Valpolicella Negrar promotore del progetto con uno scopo benefico

Mattia Mameli (nella foto), studente della seconda classe E della scuola media E. Salgari di Negrar,  è il vincitore del concorso artistico realizzato nell’ambito della prima edizione del progetto didattico-sociale La Scuola nel Vigneto 2012, promosso da Cantina Valpolicella Negrar in collaborazione con l’Istituto Comprensivo E. Salgari di Negrar e patrocinato dal Comune di Negrar col sostegno di Valpolicella Benaco Banca. La premiazione si è tenuta lo scorso 31 maggio alla Cantina di Negrar, in una gremita sala convegni pervasa da melodiosi suoni e dall’allegro vociare degli oltre cento studenti delle seconde classi medie della scuola media coinvolti nel progetto e accompagnati per l’occasione dai genitori. A suggellare la conclusione di questo anno scolastico trascorso dai ragazzi, oltre che in aula, in vigna e in cantina, anche la presenza delle autorità locali, tra cui il sindaco Giorgio Dal Negro.
Il disegno realizzato dallo studente –  una vigna stilizzata con un sontuoso grappolo d’uva color oro in primo piano – fa ora bella mostra di sé sull’etichetta apposta su 500 bottiglie di Valpolicella Classico Biologico Doc 2012 Domini Veneti, prodotto da Cantina Valpolicella Negrar ed il cui ricavato (costo 10 euro a bottiglia) contribuirà a finanziare la spesa di ristrutturazione dell’aula musica dell’istituto Salgari.  “Nel premiare i lavori degli studenti, abbiamo guardato alla creatività, all’originalità degli elaborati nonché alla coerenza espressa con il progetto e la precisione nell’utilizzo della tecnica scelta“, ha spiegato l’artista Alberto Zucchetta, presidente della Commissione che ha giudicato i lavori dei ragazzi e composta anche da Vera Meneguzzo, giornalista e critico d’arte, e Gianni Pozzani, assessore alla Cultura del Comune di Negrar. Oltre a Mattia Mameli, sono stati premiati gli studenti Alessia Guardini (IIC), classificatasi seconda e, al terzo posto, con un lavoro di gruppo, Gianluca Fabris, Lavinia Caprini, Benedetta Fedrighi e Maftah Fadwa (IIB).
E nell’augurare l’arrivederci all’edizione 2013 de La Scuola nel vigneto, il presidente di Cantina Valpolicella Negrar, Carlo Alberto Recchia ha affermato: “113 alunni della scuola media di Negrar, 230 soci della Cantina, che quest’anno festeggia gli 80 anni di storia, 600 ettari di vigneti, differenti realtà che si sono incontrate per trasferirsi conoscenze, cultura e tradizioni: questo è il Territorio della Valpolicella che intendiamo celebrare e proteggere consegnandolo alle nuove generazioni“. E rivolgendosi ai ragazzi presenti: “Siete il lievito per il futuro della Valpolicella, il vostro impegno deve essere rivolto alla tutela e al miglioramento del territorio, le possibilità di trovare la propria strada nel mondo vitivinicolo sono tante, ciascuno cerchi la propria“.
La premiazione del concorso per la migliore etichetta La Scuola nel vigneto 2012 ha siglato la conclusione di un percorso-studio iniziato dagli studenti ad ottobre 2012, durante la vendemmia, con una lezione sulla biodiversità del territorio in vigna tenuta da Claudio Oliboni, tecnico di campagna di Cantina Valpolicella Negrar. Altra importante uscita dei ragazzi è stata quella effettuata nella sede della Cantina di Negrar a novembre 2012, in concomitanza con la pigiatura delle uve appassite, dove, assistiti da Marina Valenti e Natascia Lorenzi, coordinatrici del progetto per la Cantina cooperativa, hanno potuto osservare le diverse fasi del ciclo produttivo del vino in cantina. Le lezioni sono infine proseguite in aula, con la rielaborazione da parte degli studenti su un apposito diario di bordo delle proprie riflessioni, immagini e scritti, frutto dell’esperienza appena trascorsa.