Si rafforza la leadership mondiale di Trelleborg nelle soluzioni ingegneristiche polimeriche

Trelleborg acquisisce ČGS Holding

Puntare alla leadership mondiale nei pneumatici agricoli e rafforzare la posizione di leader nei pneumatici industrial

TrelleborgTrelleborg ha firmato un accordo per l’acquisizione di ČGS Holding a.s. – società privata con posizioni di leadership nel settore dei pneumatici industriali ed agricoli, e nelle soluzioni ingegneristiche polimeriche. Il valore complessivo dell’operazione è pari a circa 10,9 miliardi di SEK,  calcolato al netto dell’esposizione finanziaria. ČGS ha sede nella Repubblica Ceca e vanta un fatturato di circa 5,6 miliardi di SEK con un EBIT del 16 per cento negli ultimi 12 mesi, al 30 giugno 2015.
La chiusura della transazione è soggetta ad approvazione da parte delle autorità competenti per la concorrenza e dovrebbe essere completata nella prima metà del 2016.
Sono molto orgoglioso di annunciare questa acquisizione fortemente complementare, con un valore aggiunto significativo ed attrattivo per le nostre attuali aree di business. ČGS, con le sue prestazioni nei pneumatici agricoli ed industriali, oltre che nelle soluzioni di ingegneristiche polimeriche, rafforzerà ed integrerà le posizioni di leadership di Trelleborg in alcune aree di business esistenti“, afferma Peter Nilsson, Presidente e CEO di Trelleborg.
Con l’acquisizione di ČGS e della sua controllata Mitas, Trelleborg intende affermarsi come leader mondiale nei pneumatici agricoli ed intende rafforzare la sua posizione di leader nei pneumatici industriali. Come risultato dell’acquisizione, Trelleborg Wheel Systems raddoppierà quasi i propri ricavi, amplierà la sua presenza geografica e aggiungerà nuove posizioni in segmenti complementari. Mitas sta performando bene, nonostante la crisi attuale del mercato agricolo. Inoltre, l’acquisizione degli altri business del gruppo ČGS migliorerà le posizioni di primo piano occupate da Trelleborg in altre aree di business del Gruppo.
ČGS amplia la nostra presenza produttiva grazie agli impianti in cui ha investito e che sono fortemente competitivi in Europa centrale e orientale, Stati Uniti e Messico. Questa operazione aumenta le nostre capacità, rappresenta un passo strategico e si prevede che generi significative sinergie ed opportunità di cross-selling. Il piano è quello di integrare gradualmente le entità acquisite nelle attuali aree di business. Noi consideriamo il prezzo di acquisto come attraente date le potenziali sinergie e la ripresa prevista per il mercato agricolo“, conclude Peter Nilsson.
Secondo la valutazione preliminare di Trelleborg, le sinergie in termini di costi dovrebbero essere al di sopra di 300 milioni di SEK all’anno rispetto al 2015, gradualmente realizzate nel corso di tre anni.
L’acquisizione sarà finanziata attraverso il supporto delle banche. La leva finanziaria di Trelleborg sarà inizialmente superiore a 3 volte il rapporto Debito Netto / EBITDA. Questo risultato è superiore agli obiettivi di lungo termine di Trelleborg e l’intenzione è di tornare ad un risultato simile ai livelli antecedenti l’acquisizione nel corso dei prossimi 12-18 mesi.