SIAL e IPA: una strategia vincente.

Si è tenuta lo scorso maggio a Milano la conferenza stampa di presentazione del salone internazionale dell’alimentazione SIAL e di IPA, il Salone del Process e del Confezionamento Alimentare.

Il SIAL, che quest’anno sarà dal 21 al 25 ottobre a Paris Nord Villepinte, presenta i suoi punti di forza: si pone come un network dei saloni agroalimentari mondiali e organizza eventi per rispondere alle aspettative di ogni tipo di visitatore, cercando di decodificare le richieste di ogni realtà industriale. Anche per questo SIAL è nato, oltre che in Francia, in altri 4 Paesi: è presente con due date in Canada, a Montreal e a Toronto, poi in Cina, dove la prossima edizione sarà nel 2013, in Brasile e nei mercati dell’Est del mondo. Durante l’edizione parigina un padiglione della fiera verrà occupato interamente dal salone IPA, dedicato al Food Process. Nella scorsa edizione, del 2010, gli espositori totali sono stati 600, in rappresentanza di 20 Paesi del mondo e di questi, tra i 5 top espositori, troviamo Germania, Italia, Usa, Regno Unito e Belgio. IPA, quest’anno, vuole rispondere alle problematiche degli industriali agro-alimentari, sempre più interessati all’argomento delle pratiche di produzione eco-responsabili e che potranno assistere alla presentazione di una eco-fabbrica, destinata all’agro-alimentare del futuro.