Nuovi investimenti da parte di un grande gruppo vinicolo

Santa Margherita consolida la propria presenza nell’area Docg del Prosecco

Un significativo potenziamento della produzione attuale

Dopo l’importante investimento nella Tenuta di Refrontolo nel 2011, con la recentissima acquisizione, a San Pietro di Feletto, nella fascia pedemontana tra Conegliano e Valdobbiadene, di una superficie di 4 ettari di cui 3 destinati a Prosecco Conegliano-Valdobbiadene Docg, Santa Margherita consolida la propria presenza nell’area del Prosecco Docg. Un’eccellenza del settore vitivinicolo, in costante crescita sia in Italia che all’estero, che per l’Azienda rappresenta uno dei segmenti più dinamici in tutti gli 89 mercati in cui è presente.
Il nuovo vigneto, di impianto molto recente e al terzo anno di produzione, dista circa 2 km dalla Tenuta di Refrontolo -12 ettaridi cui 8 piantati a Glera, il vitigno autoctono del Prosecco Superiore Docg – e rappresenta un significativo potenziamento della produzione attuale, considerando inoltre che il distretto di Conegliano-Valdobbiadene si avvia a diventare una denominazione difficilmente espandibile.
Tutti i vigneti della Tenuta di Refrontolo sono posti sui terreni ripidi e scoscesi – le cosiddette Rive – con esposizioni e caratteristiche geomorfologiche tali da esaltare le uve e i vini da esse prodotti. La produzione per ettaro inferiore a quella della Docg e la raccolta manuale delle uve, fanno sì che solo le migliori vengano utilizzate per dar vita a spumanti che costituiscono il vertice della piramide qualitativa di questo vino.
Ne è l’esempio l’ultimo nato, il Prosecco Superiore 52 Rive di Refrontolo Brut Valdobbiadene Docg, con l’indicazione del millesimo 2012, in una versione particolarmente elegante e austera (per il basso residuo zuccherino). Di colore giallo paglierino brillante, con riflessi verdognoli, tonico e fresco, scintillante e avvolgente, con un perlage di estrema finezza che prolunga nel tempo e nello spazio la ricchezza delle sensazioni gustative e aromatiche, è la testimonianza di quanto Santa Margherita creda in questa eccellenza del nostro settore vitivinicolo.