Verallia e i vini albesi

Quando la bottiglia diventa inconfondibile

Un matrimonio arrivato al quarantesimo anniversario

Verallia, secondo produttore globale di contenitori in vetro per l’industria del food and beverage festeggia con i produttori dei vini Albesi dell’UPVA il quarantesimo anniversario dall’adozione di un’unica bottiglia per tutti i vini prodotti nell’area: l’Albeisa.
L’intento dichiarato dell’Unione Produttori Vini Albesi era quello di caratterizzare con una bottiglia dalla forma unica e speciale qualificandola maggiormente, la pregiata produzione enologica delle colline di Langa e Roero, affidandone la realizzazione esclusiva alle Vetrerie Italiane di Dego, oggi Verallia. Ancora oggi, infatti, possono essere imbottigliati con la bottiglia Albeisa soltanto i vini delle denominazioni di questo territorio.
A distanza di 40 anni, la qualità delle nuove annate di Barolo, Barbaresco e Roero è presentata in anteprima alla quarta edizione dell’evento organizzato da UPVA, Nebbiolo Prima, dal 12 al 17 maggio 2013. Nell’occasione, giornalisti provenienti da tutto il mondo si sono dati appuntamento per valutare in anteprima le annate Barolo 2009 e riserva 2007, Barbaresco 2010 e riserva 2008, Roero 2010 e riserva 2009.
Grazie agli oltre 200 produttori di circa 12 milioni di bottiglie l’anno, l’Albeisa è senza dubbio un esempio di successo ed espressione di un territorio straordinario, come quello di Langa e Roero” – dichiara Roberto Pedrazzi, Direttore Commerciale e Marketing di Verallia. “Poche bottiglie al mondo identificano immediatamente una zona e i suoi vini e l’Albeisa, con la sua forma unica, è una di queste. Anche per questo siamo molto orgogliosi di aver raccolto l’eredità della storica vetreria di Dego e di poter contare sull’esclusiva nella produzione delle bottiglie per Barolo, Barbaresco e Roero della zona di Alba”.
L’Unione Produttori Vini Albesi è un’associazione senza scopo di lucro, la cui finalità principale è la promozione e la valorizzazione dei vini dell’albese. La scelta di adottare una bottiglia unica e di confermare e consolidare il rapporto di esclusiva con Verallia, in particolare, conferma la volontà da parte dei produttori di puntare sull’identità del territorio, affidando all’Albeisa i valori di qualità e sicurezza alimentare tipici delle eccellenze locali, volendo garantire al massimo il benessere dei consumatori.
Un ulteriore punto di forza dell’accordo è costituito dall’impiego, da parte di Verallia, di vetro da riciclo in percentuali che arrivano all’85% in forni fusori ad alta efficienza energetica: una combinazione virtuosa che permette di abbattere le emissioni nell’atmosfera e di risparmiare oltre 20.000 tonnellate di materie prime ogni anno.
Verallia è il marchio che riunisce sotto un unico nome tutte le attività del Gruppo Saint-Gobain nel settore del packaging alimentare in vetro. In Italia, Verallia opera attraverso 6 stabilimenti in cui si progettano e producono vasi e bottiglie in vetro, dando occupazione a 1.115 addetti. Nel 2011, la produzione degli stabilimenti italiani Verallia si è attestata a 3,2 miliardi di contenitori, di cui una parte significativa – oltre il 60% – è stata ottenuta dal riciclo di 600.000 tonnellate di vetro.