I consigli di K+S Italia per non incorrere in spiacevoli sorprese

Patentkali® per la concimazione di produzione

L'importanza di un'adeguata concimazione potassica

C’è l’effetto crisi. Ma c’è anche l’erronea e diffusa convinzione che, indipendentemente dal terreno, dal portinnesto impiegato, dal vitigno e dal tipo di vino che s’intende produrre, concimare sia ormai divenuta una pratica quasi superflua, che si può fare oppure no praticamente senza pagarne conseguenze. E così la concimazione potassica nella vite si è prima trasferita da fine autunno a inizio primavera ma soprattutto soffre di un regime dietetico severissimo che prescinde da qualsiasi ragionamento agronomico. Tuttavia la carenza di potassio provoca la formazione di una maggior quantità di aminoacidi, che si ritroveranno nel vino, compromettendone la stabilità; rallenta la maturazione, induce la produzione di acini piccoli, duri, verdi, acidi ed è causa dell’accrescimento rachitico dei germogli. I sintomi si manifestano dapprima con un leggero ingiallimento o arrossamento ai bordi del lembo delle foglie (rispettivamente per i vitigni bianchi e rossi), dopo di che i tessuti ingialliti si ripiegano e disseccano, facendo assumere alle foglie un aspetto accartocciato. Altra considerazione va fatta sul magnesio, presente in molti concimi come dolomite, sassolini insolubili che resteranno intatti nel terreno nei secoli dei secoli. Il magnesio da solfato, invece, si scioglie subito e viene assorbito dalle radici della vite, contribuendo alla produzione di zucchero, alla prevenzione della carenza che si manifesta con clorosi tra le nervature delle foglie nei vitigni rossi e ingiallimento in quelli bianchi e del temuto disseccamento del rachide. K+S Italia Srl raccomanda Patentkali, noto anche come solfato potassico magnesiaco o 30/10, concime che combina potassio e magnesio da solfato nell’ideale rapporto di 3 : 1.
Raccomandazioni: terreni argillosi-medio impasto: 300-500 kg/ha Patentkali a fine autunno; terreni sciolti: 200-350 kg/ha Patentkali a fine autunno, 100-150 kg/ha Patentkali a inizio primavera. Concimazioni fogliari con 15-25 kg/ha EPSO Top tra allegagione-invaiatura.
Per richiedere gratuitamente la guida sulla concimazione della vite utilizzare il modulo sottostante.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*