Una soluzione pratica, compatta ed economica

miniPhytobac®: la grande opportunità anche per le piccole imprese agricole

Per smaltire in azienda i reflui fitoiatrici e contrastare l’inquinamento puntiforme

Il principio di funzionamento del Phytobac® si basa su ciò che avviene in natura: la degradazione dei fitofarmaci da parte di batteri e funghi naturalmente presenti nel suolo. L’utilizzo del Biomix, substrato degradante composto da paglia e da terreno aziendale e di un sistema di controllo dell’umidità permettono un potenziamento dell’attività degradante e un’evaporazione dell’acqua.

I vantaggi del Phytobac®
– pannello di controllo che monitora costantemente tutti i processi in piena sicurezza;
– sistema modulare realizzato sulle specifiche esigenze delle singole aziende agricole (piccole, medie e grandi) e di realtà sovra aziendali o collettive come Consorzi o Cooperative;
– assenza di residui di fitofarmaci da smaltire a fine stagione;
finanziabile tramite i contributi delle misure 4 e 6 del Piano di Sviluppo Rurale (PSR);
– sistema brevettato (EP1834929-2007-09-19) ed evidenziato nel PAN. In Francia il prodotto è riconosciuto dal Ministero dell’Ecologia Francese MEEM.

La gamma Phytobac® si accresce con l’uscita di un nuovo modello: il miniPhytobac®!
Il miniPhytobac® è stato pensato e realizzato per soddisfare principalmente le esigenze delle piccole aziende che producono piccole quantità di reflui, ma che vogliono essere in regola con la normativa PAN. Il miniPhytobac®, come tutti i prodotti Phytobac® è un vero biobed di ridotte dimensioni e con un prezzo contenuto.

® marchio Bayer

Ai biobed, al loro principio di funzionamento e alla loro utilità nella riduzione dell’inquinamento puntiforme è dedicato l’articolo di Costantino Vischetti pubblicato in VVQ 5/2017 (Luglio) a pagina 53.