Una spedizione a scopo benefico

Massey Ferguson sostiene il salvataggio del rifugio di Sir Edmund Hillary in Antartide

Un percorso di 2012 km attraverso la Nuova Zelanda con due Ferguson TE 20 e il famoso MF 5612 della spedizione Antarctica2

Massey Ferguson AntarcticaMassey Ferguson, Marchio mondiale di AGCO (NYSE:AGCO), parte ancora una volta per un’altra avventura a bordo di un trattore. Questa volta Massey Ferguson sostiene l’iniziativa Antarctic Heritage Trust della Nuova Zelanda, per raccogliere $ 1 milioni di dollari NZ (US $ 724.000) per salvaguardare il rifugio di Sir Edmund Hillary in Antartide.
Il rifugio, conosciuto anche come Hut A, è stato il primo edificio costruito a Scott Base in Antartide ed è dove il neozelandese Hillary ha iniziato la sua storica spedizione al Polo Sud nel 1958, utilizzando i trattori Ferguson TE20. Ora, l’Antartic Heritage Trust ha intrapreso un percorso conosciuto come Expedition South per percorrere 2012 km attraverso la Nuova Zelanda con due Ferguson TE20 d’epoca e il più recente trattore MF 5612. Questo segue l’epica spedizione MF Antarctica2 del 2014 in cui un MF 5610 ha stabilito un record mondiale ed è diventato il primo trattore agricolo dotato di pneumatici a raggiungere il Polo Sud geografico via terra.
Nel 2014, Massey Ferguson ha contribuito a celebrare questa tappa storica con il record della missione Antarctica2. In questa moderna storia di avventura, la Tractor Girl Manon Ossevoort ha guidato questa impegnativa spedizione che ha visto il trattore MF 5610 da 110cv dotato di pneumatici portare a termine un estenuante viaggio di andata e ritorno di 4638 km da Novo Runway al Polo Sud. Il viaggio è durato 27 giorni, 19 ore e 25 minuti ed è stata una prova estrema di forza e resistenza per il trattore e tutto l’equipaggio. La squadra ha comunicato l’arrivo al Polo in diretta via satellite e ha trasmesso questo messaggio “Al Polo Sud, c’è un trattore rosso Massey Ferguson! Siamo entusiasti di essere qui….e così orgogliosi del trattore che non ci ha dato alcun motivo per dubitare che non fosse pronto per questa sfida“.
Il figlio di Sir Edmund Hillary, Peter, afferma che l’Antartide e il rifugio sono stati di fondamentale importanza per il padre. “Papà mi parlava spesso del suo tempo passato in Antartide e del suo viaggio al Polo Sud … lo vedeva come uno dei suoi maggiori successi dicendo che era una sfida estrema dopo l’Everest. Ha trascorso un sacco di tempo in quel rifugio – lì era dove c’era il suo ufficio e il suo letto a castello. So per certo che terrebbe moltissimo alla salvezza e alla conservazione di questo luogo“.
Quasi 60 anni dopo, il rifugio di Hillary è in uno stato di abbandono e un piano di conservazione è stato sviluppato al fine di salvare una fetta importante della storia della Nuova Zelanda.
Il direttore dell’Antarctic Heritage Trust, Nigel Watson, afferma che la scelta di Sir Edmund di raggiungere il Polo Sud è stata una mossa coraggiosa. “Nessuno era stato lì via terra dopo il capitano Scott nel 1912. Sir Edmund era sul ghiaccio a sostegno della Trans-Antarctic Expedition, e la sua decisione di spingersi fino al Polo con tre trattori Ferguson è stata controversa. Ma, naturalmente, sono riusciti nell’impresa“.
L’Expedition South dell’ Antarctic Heritage Trust seguirà un percorso che parte da Piha Beach (uno dei luoghi preferiti di Sir Edmund), situata nella regione di Auckland nella costa nord occidentale dell’Isola, fino a Aoraki Mount Cook nella parte meridionale dell’Isola. Il percorso termina appena sotto Hillary Ridge, così chiamato in onore di Sir Edmund. Percorreranno la stessa distanza come nella spedizione originale (2012 km).
Nigel Watson dice che la spedizione sarà una grande faticata. “Mentre la nostra squadra non sarà sul ghiaccio ed avrà molti più comfort rispetto a Sir Ed e il suo team, la spedizione proseguirà per altre quattro settimane in cui la grande incognita sarà la situazione metereologica“.
Siamo molto contenti di avere Massey Ferguson al nostro fianco in questa avventura, a sostenerci in una causa così preziosa. Il Marchio ha una forte connessione con Sir Ed che parte dalla sua originaria spedizione verso il Polo Sud”, afferma Nigel.
Il modello MF 5612 da 120cv avuto in prestito da Massey Ferguson, sarà il veicolo di supporto per i due trattori TE20 che faranno la loro strada in tutto il paese.
Warwick McCormick, Managing Director e Vice President Australia/Nuova Zelanda per Massey Ferguson dice che sono onorati di avere l’opportunità di contribuire a salvare l’eredità di Sir Edmund. “Quest’anno ricorre l’anniversario dei 70 anni del trattore TE20 che ha rivoluzionato il mondo della meccanizzazione agricola ed è meraviglioso vederli all’opera per questa grande causa. Siamo orgogliosi di questa superba eredità di tecnologia pratica e innovativa che non solo ha contribuito ad aiutare Sir Ed a raggiungere la sua audace avventura, ma anche continuare a ispirare i nostri ingegneri per la produzione di attrezzature semplici, affidabili per aumentare l’efficienza e la produttività degli agricoltori in tutto il mondo“.
Lungo la strada, Expedition South si fermerà in varie scuole, nei luoghi visitati da Hillary e ci saranno alcuni eventi per raccogliere le donazioni da parte del pubblico.
Chiediamo un contributo di 5$ ai Neozelandesi”, afferma Nigel Watson. “La banconota da 5$ ha raffigurato il volto di Sir Ed e quindi non possiamo pensare ad un uso migliore di quello di salvare la sua eredità in Antartide”.
Peter Hillary spera che i neozelandesi facciano questa piccola donazione per la salvezza del rifugio. “Papà diceva che era “deciso a raggiungere il Polo Sud – se Dio vuole e crepacci permettendo”. Ora spero che la Nuova Zelanda sia decisa a salvare il suo rifugio. L’Antarctic Heritage Trust ha messo a punto un piano di recupero meraviglioso – ora abbiamo solo bisogno di trovare i fondi“.
Nigel Watson dice che Antarctic Heritage Trust ha già ricevuto alcune donazioni significative come impegno nei confronti del progetto. Il Trust prevede di essere in grado di iniziare il lavoro questa estate in modo che sia completato in tempo per il 60° anniversario di Scott Base.
È possibile sapere di più su Expedition South o fare donazioni, collegandosi ad www.expeditionsouth.nz

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*