Manduria: sulle pale eoliche è scontro.

Diciotto imprenditori pugliesi, titolari di masserie e aziende vitivinicole, hanno costituito nei primi giorni del 2013 un comitato denominato Strade delle Masserie, che ha prodotto e inviato all’Ufficio regionale preposto alle Valutazioni sugli Ipatti Ambientali un documento di opposizione ai tre progetti che prevedono l’attivazione di 63 pale eoliche tra i vigneti e gli uliveti di Manduria (Taranto). Si legge nel documento: “La scelta del sito interessato dall’insediamento eolico trascende completamente da una ricognizione sugli aspetti socioeconomici e delle tendenze in atto in termni di potenzialità e prospettive di sviluppo del territorio rurale”.

E ancora: “La Docg Primitivo di Manduria risulta essere la prima Docg di Puglia ed il terrtorio su cui insiste codesto progetto è il cuore di questa denominazione, che attraverso il vino, quale strumento e veicolo di promozione del territorio, sta portando avanti con successo un progetto di salvaguardia e valorizzazione in termini di pregio ambientale, paesaggistico, storico e architettonico“.