Come si promuove il vino in Svizzera?

L’Ais veneto ospita la Svizzera

Le testimoninze di due professionisti d'Otralpe

Guardare oltre i confini nazionali, per accrescere la propria professionalità. È questa la tematica con cui si aprirà il Convegno organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier del Veneto intitolato Mondo Vino, in programma sabato 9 marzo alle ore 10.00 al Castello di San Salvatore, Susegana. L’incontro si svolgerà nell’ambito de Il Veneto al 300 x 100, evento realizzato con il sostegno di Amorim Cork Italia, Cassa di Risparmio del Veneto e Agriventure,  in cui 300 vini di 100 aziende presenteranno l’eccellenza del vino veneto ad un pubblico di professionisti e appassionati.
Il convegno, aperto al pubblico, vedrà quest’anno l’interessante confronto con il settore enologico della Svizzera italiana. Il dibattito analizzerà infatti analogie e differenze tra i due paesi, confrontando il ruolo del sommelier e la promozione del vino sul mercato svizzero.
L’incontro avrà come relatori Marco Aldegheri, vicepresidente Ais Veneto, e due ospiti provenienti dal Canton Ticino: Ezio De Bernardi, sommelier e direttore commerciale della Valsangiacomo Vini, e Francesco Tettamanti, direttore di  Ticinowine. I loro interventi faranno il punto sulla realtà enologica della Svizzera italiana da diversi punti di vista: Ezio De Bernardi racconterà al pubblico il proprio percorso professionale, la sua formazione, la realtà odierna del sommelier nel Canton Ticino e la sua attuale esperienza come direttore commerciale di un’azienda vitivinicola. Francesco Tettamanti proporrà invece una attenta lettura della situazione della vitivinicoltura del Canton Ticino nel mercato del vino Svizzero, con una analisi sulla comunicazione del settore, sui cambiamenti di abitudini di acquisto e di acquisizione di informazioni, e sul fondamentale ruolo che può avere la figura del Sommelier nella comunicazione vitivinicola.