Jean-Marie Aurand sarà il futuro Direttore Generale dell’OIV

Dal gennaio 2014 succederà all'italiano Federico Castellucci

A partire dal prossimo 1 gennaio 2014, il francese Jean-Marie Aurand (foto) succederà a Federico Castellucci alla guida dell’Organizzazione internazionale della vigna e del vino, OIV, l’organizzazione di riferimento del settore vitivinicolo.
Jean-Marie Aurand è stato eletto, al primo turno, direttore generale dell’OIV, per un mandato di cinque anni. L’elezione si è svolta durante l’11ª Assemblea generale dell’Organizzazione, che si è tenuta a Bucarest e che ha seguito il XXXVI Congresso mondiale della vigna e del vino. All’Assemblea generale erano presenti i 45 Stati membri.
Durante il suo discorso davanti agli Stati membri, Aurand si è definito un uomo del dialogo e del consenso dotato di senso del lavoro di squadra.
Il futuro direttore generale dell’OIV ha ringraziato i paesi membri e gli esperti per la loro fiducia e ha promesso di”mantenere la rotta tracciata da Castellucci, “trovando tutti i mezzi per affrontare le tappe che permettano all’Organizzazione di divenire ancora più riconosciuta, moderna, collettiva, dove ogni paese membro si senta riconosciuto e possa continuare a essere ascoltato nel rispetto delle sue particolarità“.
Nato a Langogne, Francia, Jean-Marie Aurand ha esercitato dal 1975 incarichi di responsabilità importanti e di varia natura presso il ministero dell’Agricoltura.
Grazie alle sue varie funzioni, è stato capo della delegazione francese presso l’Ufficio internazionale del vino dal 1994 al 1998. È stato responsabile di ONIVINS e di SOPEXA per alcuni anni e commissario del governo presso l’INAO (Istituto nazionale per le denominazioni d’origine) per quattro anni. Nell’ambito della sua attività, ha negoziato per conto della Francia le due ultime riforme dell’Organizzazione comune del mercato vitivinicolo. (Fonte: www.oiv.int)