A partire dalle sostanze polifenoliche

Il vino per produrre rivestimenti antibatterici

Innumerevoli applicazioni testate

Lo scorso agosto 2013 sulla online library del famoso editore Wiley è stata pubblicata una ricerca dal titolo Colorless Multifunctional Coatings Inspired by Polyphenols Found in Tea, Chocolate, and Wine nella quale si descrive uno studio portato avanti dal ricercatore Philip B. Messersmith (Northwestern University, Illinois) per la produzione di rivestimenti protettivi antibatterici a partire dai polifenoli estratti da tè, caffè e vino. Il fatto di essere appiccicose rende tali sostanze particolarmente adatte alla produzione di rivestimenti, con il vantaggio che esse mantengono immutate le loro proprietà antisettiche e antiossidanti. Le applicazioni testate vanno dalla sostituzione del teflon nelle stoviglie da cucina a quelle nel settore elettromedicale.