Alla scoperta dell'annata 2014 e della 2013 per la tipologia Riserva

Grande successo per l’Anteprima della Vernaccia di San Gimignano

Degustazioni in lingua italiana e inglese
0
7

Vernaccia-fonod-biancoSi è chiusa l’Anteprima della Vernaccia di San Gimignano, che ha portato al Museo di Arte Moderna e Contemporanea De Grada di San Gimignano nei due giorni di manifestazione centinaia di persone tra buyer internazionali, operatori italiani, giornalisti da tutto il mondo, sommelier e tanto pubblico alla scoperta dell’annata 2014 della Vernaccia di San Gimignano e della 2013 per la tipologia Riserva attraverso più di ottanta etichette proposte  dai trentasette produttori presenti.
La giornata di domenica è stata dedicata agli operatori e ai buyers internazionali, più di sessanta provenienti dal Buy Wine organizzato da Toscana Promozione a Firenze il 13 e 14 febbraio 2015: folta la rappresentanza del mondo asiatico, Giappone in testa, ma anche Cina, Hong Kong e India, molti gli europei provenienti dai paesi scandinavi e dal nord ed est Europa, e poi operatori statunitensi, canadesi e dal sud America. Grande l’interesse nei confronti della denominazione riscontrato dai produttori che hanno incontrato i buyers al proprio banco di assaggio, sia da parte degli operatori provenienti dai mercati tradizionali della Vernaccia, quali la Germania, il nord Europa, gli Usa, il Canada, il Giappone, sia dai nuovi mercati, Cina e Sud America in testa.
Lunedì 16 febbraio è stato invece interamente dedicato alla stampa: più di ottanta i giornalisti italiani accreditati appartenenti sia alla stampa di settore che a quella generalista, sessantacinque i giornalisti internazionali: molti americani, russi e giapponesi, e poi rappresentanti di tutti i paesi europei, asiatici e sud americani. Oltre a parlare con i produttori, i giornalisti hanno potuto degustare tutti i prodotti delle nuove annate di Vernaccia di San Gimignano nella sala a loro riservata per la degustazione tecnica con servizio di sommelier.
Come di consueto, nella stessa giornata il Consorzio della Denominazione San Gimignano  ha organizzato l’appuntamento annuale del ciclo di degustazioni Il Vino Bianco e i suoi territori, giunto quest’anno alla decima edizione.
L’incontro, riservato alla stampa di settore, ha visto in degustazione accanto alla Vernaccia di San Gimignano i vini bianchi di Borgogna: La Vernaccia di San Gimignano e i vini della Cote Chalonnaise: cronache dai magazzini del sale. Condotta da Armando Castagno, redattore della rivista nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier Vitae, la degustazione ha messo in evidenza come queste due tipologie così lontane geograficamente e per vitigno di provenienza, abbiano un’affinità profonda nella ‘salinità’ che contraddistingue entrambe.
Per la prima volta la degustazione è stata proposta in due appuntamenti, uno in lingua italiana e l’altro in inglese per venire incontro alle richieste sempre crescenti della stampa internazionale. E, novità ancora più importante, per la prima volta le dodici etichette, sei di Vernaccia di San Gimignano e sei di vini della Cote Chalonnaise, sono state degustate coperte, con le due denominazioni mischiate in un ordine di servizio scoperto solo al termine della degustazione. Ed il risultato è stato quello di un grande successo per la Vernaccia di San Gimignano.