Dal Portogallo un’unità di terra per il monitoraggio del vigneto

Foto-3_portaleAttrezzata con sensori di posizione, videocamere nel visibile e nell’infrarosso e sensori Lidar Esovym, la nuova unità per la viticoltura di precisione messa a punto dalla società portoghese Enermeter, presentata in occasione del 38° Congresso della Vite e del Vino dell’OIV, è in grado di acquisire e mappare il 100% della superficie fogliare e della canopy del vigneto. Il risultato è quello di un’analisi completa e accurata oltre che, grazie all’interfaccia grafica, di una visione panoramica dell’intero vigneto con una risoluzione fino ai 2 centimetri quadrati.
L’unità mobile sviluppata può essere collegata a un Quad 4×4 o a un trattore e compiere i suoi rilievi anche in occasione di un qualsiasi intervento colturale. Questo consente di ridurre i costi e realizzare i monitoraggi in diverse epoche fenologiche, migliorando la correlazione tra gli indici di vegetazione rilevati e i parametri vegetazionali e qualitativi.
Articolo originale: Manuel João Ferreira, André Pinho, António Graça, Teresa Martins. ESOVYM – Enermeter’s system of vineyard monitoring. BIO Web of Conferences, Volume 5, 2015, articolo 01015, 38th World Congress of Vine and Wine (Part 1), http://dx.doi.org/10.1051/bioconf/20150501015.

Abstract a cura di Alessandra Biondi Bartolini