BMps rinnova l’accordo con il Consorzio dello storico vino toscano attraverso un pacchetto di iniziative ad hoc

Da BMps 10 milioni di euro a sostegno del Chianti Classico

Finanziamenti per il reimpianto dei vigneti e anticipi delle spese per promuovere la qualità e affiancare la crescita dei produttori

Un pacchetto da 10 milioni di euro di misure per la crescita a sostegno dei produttori del Chianti Classico, messo a disposizione da Banca Monte dei Paschi di Siena. Questi i termini generali dell’accordo a beneficio dei produttori appartenenti al Consorzio Vino Chianti Classico, siglato oggi (giovedì 25 luglio) presso la sede del Consorzio Vino Chianti Classico, alla presenza di Paola Papanicolaou, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’Area Territoriale Toscana Sud, Umbria e Marche di BMps e Luciano Gennari, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’Area Territoriale Toscana Nord di BMps, e di Sergio Zingarelli, presidente del Consorzio Vino Chianti Classico.
BMps ha predisposto diverse linee di prodotti finanziari destinate specificatamente alle imprese vitivinicole associate al Consorzio. Obiettivo del pacchetto è favorire infatti il più elevato ritorno economico per le imprese e per i territori fiorentino e senese, attraverso la promozione di una crescente qualità del prodotto, la diluizione e la programmazione delle normali vendite di prodotto e, infine, la stabilizzazione dei prezzi di mercato.
Il Chianti Classico è un vino che vanta prestigiose origini, secolari tradizioni e grandi risorse, ma al tempo stesso guarda al futuro con grande fiducia – spiega Paola Papanicolaou, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’Area Territoriale Toscana Sud, Umbria e Marche – . Con l’accordo siglato oggi, Banca Monte dei Paschi di Siena si conferma al fianco delle aziende del Chianti Classico per affrontare insieme quel futuro denso di sfide: BMps è da sempre partner principale e interlocutore forte nel mondo vitivinicolo toscano, e quindi ha deciso di garantire misure ad hoc e soluzioni ideali per le aziende consorziate: oggi siamo più che mai vicini ai produttori del Chianti Classico delle province di Siena e di Firenze”.
Il documento che abbiamo definito con il Consorzio garantisce strumenti vantaggiosi, a disposizione nelle nostre filiali, per la crescita di un settore storico nelle province di Firenze e di Siena – aggiunge Luciano Gennari, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’Area Territoriale Toscana Nord – BMps ha pensato infatti a condizioni finanziarie ritagliate specificamente per la produzione, la vinificazione e l’imbottigliamento del Chianti Classico. Grazie al plafond da 10 milioni, fruibile fino ad esaurimento per tutto l’anno, Banca Monte dei Paschi di Siena garantisce un elevato sostegno al fabbisogno finanziario dei produttori con l’obiettivo di valorizzarne al meglio gli sforzi e l’impegno e di anticipare la ripresa della nostra economia”.
Le imprese vitivinicole hanno bisogno di un rafforzamento degli strumenti di sostegno da parte del sistema bancario toscano – commenta Sergio Zingarelli, presidente del Consorzio Vino Chianti Classico – e questo accordo con  Banca Mps costituisce certamente un importante passo in questa direzione”.
Nello specifico, l’accordo prevede diverse misure di sostegno finanziario alle imprese: finanziamenti per i programmi aziendali di reimpianto vigneti o per l’ampliamento della superficie produttiva (durata massima 10 anni); finanziamenti per sostenere le spese di produzione, invecchiamento e riserva, affinamento dei vini di qualità (durata massima complessiva 7 anni); finanziamenti di durata massima di 18 mesi per sostenere le spese di produzione, affinamento, pubblicità e commercializzazione della produzione aziendale destinata all’imbottigliamento ed alla vendita con il proprio marchio aziendale, o come finanziamento per le scorte di cantina dello sfuso ed infine finanziamenti per l’acquisto di attrezzature di campagna e di cantina (durata massima 5 anni).