Corso: Peronospera, conoscerla per combatterla.

La peronospora della vite è una malattia fungina determinata da Plasmopara viticola, in grado di provocare ingenti danni in quasi tutte le zone nelle quali si coltiva Vitis vinifera. Gravi epidemie di peronospora sono state osservate in tutte le aree dove si pratica la viticoltura, ma le maggiori riduzioni di produzione sono state riscontrate in concomitanza di andamenti climatici caratterizzati da precipitazioni frequenti e temperature contenute: la peronospora è quindi ritenuta la malattia più frequente nelle regioni viticole situate in zone temperate con abbondante piovosità primaverile estiva, al contrario sporadicamente riscontrabile nelle zone a clima siccitoso durante la stagione vegetativa della vite. Questa generalizzazione deve essere considerata con molta cautela, a fronte delle piogge ripetute e consistenti che hanno interessato negli ultimi anni gli areali viticoli del Sud Italia, determinando epidemie di peronospora che nulla hanno da invidiare a quelle riscontrate nel nord est del Paese e che hanno fatto invocare lo stato di calamità naturale.

Perché…

…un corso di aggiornamento professionale online sulla peronospora della vite e le più moderne strategie di difesa? Per motivi di carattere ambientale ed economico. La necessità di ridurre gli eventuali effetti negativi dei fungicidi sull’ambiente e sulla salute dell’operatore e del consumatore, nonché di limitare i fenomeni di resistenza nei patogeni, ha reso impellente l’esigenza di razionalizzare i criteri di intervento, effettuando i trattamenti antiparassitari solo quando richiesto dal verificarsi di un rischio reale di infezioni tali da determinare danni consistenti in vigneto.

Grappoli di Chardonnay con evidente sporulazione di Plasmopara viticola.

La razionalizzazione delle strategie di difesa è basata sulla conoscenza approfondita della biologia e dell’epidemiologia del patogeno. Il corso ha lo scopo di fornire all’operatore informazioni precise tanto sul comportamento del patogeno quanto sulle più evolute strategie di difesa attualmente applicabili, in un’ottica di contenimento dei costi aziendali e di riduzione dell’impatto ambientale. La formula proposta, il corso online, è un mezzo agile, semplice, interattivo e intuitivo per apprendere, memorizzare e rielaborare nozioni e informazioni.

Ue, gli obiettivi nel medio e lungo periodo

L’adozione di forme di agricoltura sostenibili si rende necessaria, oltre che per motivazioni puramente ambientali, anche in dipendenza dalla recente entrata in vigore (fine 2009), di alcune normative comunitarie (Reg. 1107 del 21/10/2009 relativo alle nuove norme per l’immissione in commercio degli agrofarmaci; Dir. 128 del 21/10/2009 sull’uso sostenibile degli agrofarmaci) che hanno lo scopo di trasformare l’operatore agricolo in attore principale di una nuova visione del settore primario.

D’altronde la Pac (Politica Agricola Comune ) individua tra i suoi obiettivi principali per il futuro l’evoluzione dell’agricoltura verso lo status di bene pubblico e di servizio sostenibile. I sostegni elargiti dalla Ue al settore agricolo saranno pertanto progressivamente indirizzati a forme di agricoltura e a operatori agricoli virtuosi dal punto di vista ambientale.

Cosa offre il corso

Impostato in 5 moduli didattici della durata di due ore ciascuno e a carattere multimediale, il corso è arricchito da riprese effettuate in campo allo scopo di mostrare l’evoluzione dei sintomi nel corso della stagione vegetativa. Alla fi ne di ogni modulo l’utente sosterrà il test di verifica dell’apprendimento, composto da _ domande e valido se il 70% delle risposte risulterà corretto. A completamento del percorso formativo si potrà scaricare l’attestato di partecipazione. L’utente può accedere al corso per l’intera durata della sua pubblicazione, tutte le volte che desidera, in qualsiasi momento; il materiale didattico è facilmente stampabile e archiviabile. Destinatari del corso sono viticoltori, produttori vitivinicoli, agronomi, tecnici di vigneto, studenti delle scuole di enologia e dei corsi di laurea in viticoltura ed enologia.

Il Formatore

Responsabile scientifico e autore del corso di formazione professionale online Peronospora: strategie avanzate di difesa è Annamaria Vercesi, dal 2003 professore associato presso il Dipartimento di Produzione Vegetale – Sezione di Patologa Vegetale della Facoltà di Agraria – Università degli Studi di Milano. Vice presidente dell’Associazione Italiana Protezione delle Piante dal 2004     al 2010, è docente di Patologia vegetale nei corsi di laurea in Agrotecnologie per l’Ambiente ed il Terrritorio, Viticoltura ed Enologia, Scienze Viticole ed Enologiche. Principali argomenti di ricerca: peronospora della vite, epidemiologia delle principali malattie fungine della vite e strategie razionali di intervento, funghi tossinogeni. Pubblicazioni: più di 100 lavori su giornali nazionali ed internazionali.