All'inaugurazione del 31 maggio 2016 a Bordeaux

Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg unico italiano presente a la Cité du Vin

Selezionato per far parte della ristretta rosa dei 22 paesaggi del vino più straordinari a livello mondiale che saranno presentati all’ingresso del museo

Consorzio Conegliano Valdobbiadene foto di Arcangelo Piai_2 (2) (2)Il Consorzio per la tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg è partner della Cité des Civilisations du Vin, il più grande centro culturale dedicato al mondo del vino che sarà inaugurato il 31 maggio a Bordeaux e aperto al pubblico dal 1° giugno.
Lo spazio espositivo, progettato dagli architetti Nicolas Desmazières e Anouk Legendre, si sviluppa all’interno di un edificio di 55 metri di altezza che richiama la forma sinuosa del vino che ondeggia nel calice.  All’interno, una galleria che il visitatore può visitare seguendo un percorso culturale attraverso la storia del vino dall’antichità ai giorni nostri. Infine una terrazza panoramica, a 35 metri di altezza, permette di ammirare il centro storico della città e parte dei vigneti che hanno reso celebre i vini di Bordeaux nel mondo.
Il Conegliano Valdobbiadene è stato selezionato per far parte della ristretta rosa dei 22 paesaggi del vino più straordinari a livello mondiale che saranno presentati all’ingresso del museo dove verrà proiettato un video della denominazione. Il Consorzio sarà presente anche nel Salone della lettura con materiale informativo sulla Denominazione e nei quattro spazi di degustazione in cui saranno presentati a rotazione tutti i vini del mondo. Con i suoi 13000 mq di percorso espositivo stabile, interattivo e multisensoriale, il centro sarà l’unica vetrina internazionale sulle zone viticole più affascinanti del mondo e il Conegliano Valdobbiadene è l’unico territorio e vino italiano presente.
Le visite, se ne prevedono 450.000 ogni anno da tutto il mondo, si completano di una ricca programmazione di degustazioni ed eventi culturali legati al tema del vino. Per informazioni si può consultare il sito www.laciteduvin.com