Celli, da oltre 50 anni al fianco di chi coltiva

Dal 1955 Celli è al servizio dell’agricoltura e da sempre le sue priorità sono l’innovazione e la qualità. Le macchine Celli hanno lasciato il segno nel panorama della meccanizzazione agricola, introducendo numerose novità tecniche oggi considerate standard di mercato.

Il mercato attuale è molto più competitivo rispetto al passato e l’agricoltura soffre, in tutto il mondo, perché la redditività è bassa e investire è diventato più difficile. Diventa pertanto di primaria importanza proporre agli agricoltori soluzioni in grado di abbattere i costi e incrementare i margini di guadagno.

Vera qualità italiana

In Celli è forte la convinzione che un prodotto di qualità debba essere commercializzato in modo professionale. Questo negli anni ha portato l’azienda a stabilire rapporti stabili con operatori seri, che offrono un servizio adeguato alla clientela e curano l’utilizzatore finale, in un clima di reciproca stima e fiducia.

Facendo tesoro dei suggerimenti dei propri clienti, Celli si dedica al miglioramento continuo e instancabile dei prodotti e per ottenere tale risultato si affida al proprio ufficio progettazione interno. Le macchine Celli sono prodotte in Italia da personale italiano, utilizzando solo componenti di provenienza italiana ed europea.

Cosa chiede il mercato oggi?

Oggi occorrono:

• macchine robuste, che durino a lungo, in modo da distribuire l’investimento iniziale su un maggior numero di stagioni di lavoro;

• macchine semplici, che richiedano meno manutenzione;

• macchine efficienti, studiate per ridurre l’assorbimento di energia e quindi i consumi;

• macchine affidabili, per evitare costosi tempi morti durante la stagione;

• macchine commerciabili, che mantengano un buon valore residuo e possano essere rivendute recuperando parte dell’investimento iniziale.

FORMULA è la risposta

Un prodotto di recente introduzione lo dimostra: si tratta di una novità assoluta che non ha eguali sul mercato. Formula è la prima e l’unica fresatrice che risolve il problema di poter operare efficacemente in tutte le condizioni di terreno. La conformazione della parte inferiore della macchina (la camera dentro cui passa il terreno nel corso della lavorazione) può essere regolata idraulicamente durante il lavoro. In questo modo si può scegliere di raffinare al massimo (terreni asciutti, preparazione del letto di semina) oppure di effettuare una lavorazione più grossolana ma senza il rischio di intasamento nel momento in cui le condizioni lo richiedano (terreno pesante, residui colturali abbondanti). Formula è la macchina che non si ferma mai. È la macchina ideale per il contoterzista e per l’azienda agricola medio-grande, che hanno l’esigenza di lavorare rapidamente e risparmiare tempo.

FORMULA 190F, la versione Frangor con rotore a denti, è ideale per condizioni di lavoro difficili (terreno argilloso bagnato, terreno sassoso), con una finitura medio-fine e un assorbimento di potenza limitato. Il rullo posteriore, disponibile in varie versioni, consente una regolazione precisa della profondità di lavoro della macchina, contribuisce allo sbriciolamento delle zolle residue e livella il terreno dopo la lavorazione. La macchina è dotata di regolazioni idrauliche in modo da potere essere facilmente azionata dalla trattrice senza interrompere il lavoro.

Non solo fresatrici

Da sempre costruttore di fresatrici, negli ultimi anni Celli ha introdotto con successo una gamma completa di erpici rotanti e di vangatrici e ha messo assieme la gamma di macchine professionali pieghevoli più completa disponibile oggi sul mercato. Dieci anni fa è iniziata anche la produzione di trinciatrici: una nuova sfida, che Celli ha raccolto raggiungendo risultati significativi, visto che la gamma Celli di trinciatrici comprende 11 modelli in 16 versioni diverse. La filosofia di fondo è sempre la stessa: nessun compromesso sulla qualità e massima attenzione alle esigenze del cliente. Su queste basi Celli guarda con fiducia al futuro.

Fatturato in crescita nel 2011

L’azienda forlivese specializzata nella produzione di macchine per la lavorazione del terreno e la trinciatura di residui colturali ha chiuso il 2011 evidenziando una crescita significativa. Molto buono l’aumento del fatturato all’estero, che ha fatto segnare un +30% rispetto al 2010. I maggiori incrementi si sono avuti in Russia, Germania, Turchia e UK grazie anche alla progressiva messa a regime di collaborazioni avviate già anni fa. L’Italia fatto registrare un +8,6% rispetto all’anno precedente. I migliori incrementi si sono avuti in Puglia (+40%) e in Sicilia (+30%). “Si tratta di dati incoraggianti – afferma Paolo Celli, amministratore dell’azienda – che indicano che la strada intrapresa è quella giusta. Se i dati del fatturato sono buoni non così, ancora, la redditività. E sarà su questo fronte che dovremo impegnarci tutti nel futuro prossimo”.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*