Cantine Viticoltori Veneto Orientale.

Si è conclusa nel novembre 2011 un’importante operazione di aggregazione nel settore vitivinicolo nazionale, che ha portato alla costituzione della nuova cooperativa denominata Cantine Viticoltori Veneto Orientale (Vi.V.O. s.a.c.) mediante fusione tra Cantina di Campodipietra e Cantine Produttori Riuniti del Veneto Orientale. Il progetto di fusione, su cui si lavorava già da tempo, è stato approvato prima nell’assemblea straordinaria dei soci della Cantina Produttori Riuniti del Veneto Orientale con sede legale a Jesolo – sette stabilimenti di produzione, con 1.649 produttori e un totale di 2.200 ettari di vigneti – e, successivamente, nell’assemblea straordinaria dei soci della Cantina di Campodipietra – uno stabilimento di produzione, con 470 produttori e un totale di 1.060 ettari di vigneti. Con questa fusione, Cantine Viticoltori Veneto Orientale diviene una delle principali cooperative vitivinicole italiane, rafforzando la posizione delle cantine partecipanti nel panorama enologico nazionale ed europeo. La nuova azienda – con ben otto stabilimenti produttivi e un fatturato aggregato superiore a 30 milioni di euro – avrà una base sociale di 2.120 soci, attivi su oltre 3.200 ettari di vigneto, per un totale di oltre mezzo milione di quintali di uve prodotte annualmente. Il bilancio consolidato del gruppo, a cui partecipano anche Viticoltori Bosco srl e Gruvit srl, supererà 50 milioni di euro.