Uno strumento di consolidamento della competitività delle imprese

Bando della Regione Lombardia per la promozione del vino sui mercati terzi

Arginare gli effetti dell'Italian sounding

E’ stato approvato il 31 maggio 2013 dalla Direzione Generale Agricoltura della Regione Lombardia un nuovo bando per la promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi. La misura – pensata per consolidare la competitività delle imprese consentendo la pubblicità dei marchi – finanzia al 50% le azioni di promozione e comunicazione sul mercato dei Paesi terzi di tutte le categorie di vini Dop e Igp. Il contributo può essere integrato fino a un massimo dell’80% per progetti che non contengano azioni di promozione di marchi commerciali.
Lo chiamano Italian sounding ed è la croce del Made in Italy di qualità. Si tratta dei prodotti agroalimentari contraffatti, dei falsi italiani o similari, che sottraggono importanti quote di mercato alla qualità del Bel Paese. Fondamentali divengono dunque il sostegno e la tutela dei marchi, la riconoscibilità e la promozione dei vini lombardi, in particolare al di fuori del mercato continentale, per tutelare la filiera produttiva padana.
Il bando permette di coprire le voci di spesa relative alla partecipazione a fiere, all’affitto di spazi e spese di allestimento, viaggi, costi per attività online (siti internet, banner, grafica), materiali promozionali (ideazione e realizzazione di materiale cartaceo, produzione video, applicazioni mobile), campagne pubblicitarie e acquisto di spazi sui media.
Possono presentare domanda le organizzazioni professionali e interprofessionali, i Consorzi di tutela, le organizzazioni di produttori riconosciute, i produttori di vino, le associazioni temporanee di impresa (Ati), i soggetti pubblici nell’ambito di Associazioni, anche temporanee, di impresa. (Fonte: Arga Lomabrdia-Liguria)