Home Editoriali e commenti

Editoriali e commenti

Comprensibili le difficoltà di implementazione per le aziende più piccole

L’autostrada della semplificazione

Fare sì che la dematerializzazione sia veramente una semplificazione per gli operatori
Un provvedimento non improvviso

La rivoluzione non è mai semplice

"Non si può immaginare che un settore importante come quello del vino non conosca se stesso"
L'esordio del registro unico

Matrix in cantina

Un mondo virtuale creato dall’ossessione del controllo
Gli Organismi di Controllo da anni in possesso di software online

Dematerializzazione anche per la certificazione

Eliminare duplicazioni ed ulteriori perdite di tempo
Necessaria una vera semplificazione

Meno tempo in ufficio, più tempo in vigna

Evitare doppie segnalazioni
La telematizzazione dei registri? Certamentw non una passeggiata

Rispetto dei ruoli, ma anche dei tempi

Dovranno anche essere considerati i tempi di adattamento dei produttori, in particolare quelli più piccoli
La posizione di Uiv

L’efficacia nel controllo premia l’onestà dei produttori

Una grande occasione di modernizzazione del settore
Perché è importante eliminare le registrazioni cartacee in cantina?

Il vantaggio competitivo della dematerializzazione

La semplificazione si riflette sui controlli
Negli ultimi anni la vite ha spostato il suo baricentro produttivo dalle zone marginali a quelle più fertili di pianura

La qualità c’è dove c’è reddito

La vite potrà rimanere in collina e in terreni marginali solo a fronte di un adeguato valore aggiunto dei prodotti ottenuti
Far convivere le grandi realtà produttive con le piccole realtà artigianali

La piramide è più alta, se si allarga la base

Tre gli obiettivi comuni: difendere il reddito, tutelare il prodotto, alleggerire la burocrazia