Lotta alla contraffazione agroalimentare sul web

Alibaba e ICQRF puntano a rafforzare accordo di tutela

Rodrigo Cipriani Foresio: "La lotta alla contraffazione tra le nostre priorità"

AlibabaAlibaba Italia rende noto che il 13 giugno 2016 si è svolto, presso il Palazzo dell’Agricoltura, un incontro tra i vertici nazionali e internazionali della società, rappresentata dal responsabile per la proprietà intellettuale Matthew Bassiur e dal Managing Director Rodrigo Cipriani Foresio, e dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi (ICQRF) per estendere l’attuale accordo di protezione a tutte le piattaforme di commercio elettronico del gruppo, comprese quelle B2C che solo in Cina contano 423 milioni di clienti attivi.
L’obiettivo è tutelare i consumatori negli acquisti online e i marchi, con particolare attenzione ai prodotti agroalimentari italiani di qualità certificata.
Il passo di oggi è fondamentale per l’ulteriore messa a punto del programma AliProtect, un progetto tutto italiano nato in collaborazione con il MIPAAF e che, attualmente, già tutela 6 prodotti a indicazione geografica (Prosecco, Aceto balsamico di Modena, Parmigiano Reggiano, Asiago, Pecorino Romano e Gorgonzola). La tutela dei nostri clienti e la lotta alla contraffazione rientrano tra le nostre priorità e l’incontro di oggi pone le basi per ampliare il numero di prodotti tutelati grazie all’impegno sempre più attivo del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e di Alibaba, intensificando ulteriormente la collaborazione”, ha affermato Rodrigo Cipriani Foresio, che ha aggiunto: “Questo rappresenta una vera e propria best practice che ci auguriamo possa essere replicata anche per altre categorie merceologiche, con l’ obiettivo ultimo di intensificare la lotta alla contraffazione a 360° e affiancare un numero di aziende italiane sempre maggiore per supportarle, tramite le nostre piattaforme, a raggiungere oltre 400 milioni di consumatori cinesi”.